Contatto
Feedback

Dai componenti ai sistemi completi – l’evoluzione di SICK verso Industry 4.0 - L’azienda si presenta alla nuova edizione di SPS come sviluppatore di soluzioni personalizzate per qualsiasi esigenza nel campo dell’automazione

11-apr-2017

Vimodrone (Mi), 11 aprile 2017 – Con circa 40.000 componenti ad alta tecnologia a catalogo e un know-how che deriva da più di 70 anni di attività nella produzione e fornitura di soluzioni per oltre 40 settori industriali, SICK si presenta alla nuova edizione di SPS Italia come fornitore di sistemi completi. Una grande novità per l’azienda, che si va ad aggiungere al profilo di fornitore di fiducia del più vasto portfolio di Smart sensor per l’automazione attualmente presente sul mercato.

L’ulteriore passo in avanti di SICK sarà visibile presso lo stand B004-C004 Pad.3, dove l’azienda ha raddoppiato gli spazi rispetto alle passate edizioni della fiera. Oltre a scoprire le ultime novità di prodotto, per la prima volta sarà quindi possibile assistere a demo live e visionare sistemi completi dedicati alla Human Robot Collaboration, argomento che verrà approfondito nell’area Know-How 4.0 della fiera. Qui, infatti, sarà in funzione un robot collaborativo che, grazie alla tecnologia SICK, è in grado di lavorare senza alcuna barriera fisica e di rallentare e fermarsi qualora l’operatore oltrepassi le zone di sicurezza impostate.

Lo stand SICK prevede, inoltre, un’area dedicata al service, presidiata dagli esperti del servizio SICK LifeTime Services, a completa disposizione per una prima consulenza per la messa in sicurezza degli impianti produttivi e per illustrare tutte le potenzialità dell’assistenza a 360° che SICK offre ai propri clienti in fase di pre e post vendita, oltre che durante la messa in servizio di sistemi e componenti.

Grande importanza è stata data anche all’area hospitality, dove ogni giorno verrà offerto un brunch a tutti i visitatori dello stand dalle ore 11:30 alle ore 15.

Non da ultimo, l’impegno che SICK porta avanti con successo da tempo: il supporto al Comitato Maria Letizia Verga, un’associazione che da quasi 40 anni si occupa della lotta alle leucemie infantili. L’associazione si è fatta promotrice della costruzione del Centro di Onco-Ematologia Pediatrica Maria Letizia Verga di Monza, dove tutti i bambini possono farsi curare in una struttura di eccellenza con un’alta possibilità di guarigione. Presso lo stand SICK sarà possibile conoscere l’associazione e sostenerla con piccole donazioni.

Sistemi completi made by SICK

L’approfondita conoscenza del funzionamento e delle tecnologie dei propri prodotti permette all’azienda di sviluppare soluzioni complete personalizzate per qualsiasi esigenza, quali ad esempio il Pin Inspector. Progettato per il controllo qualità, questo sistema sfrutta le potenzialità della telecamera streaming Ranger per verificare il corretto posizionamento dei pin sui circuiti stampati prima che questi vengano pressati. In base alla loro altezza, inoltre, il dispositivo è in grado di capire se i pin sono stati saldati al circuito in modo corretto.

Grandi aspettative per il sistema Label Checker, che consente di rendere facili le applicazioni di riconoscimento caratteri (OCR), lettura codice a barre o Data Matrix e posizionamento delle etichette tipiche del packaging e della logistica.

Il sistema PLB, invece, è adatto per la localizzazione precisa di oggetti posti alla rinfusa in cassoni. La telecamera 3D, di cui è dotato il sistema acquisisce immagini in alta qualità indipendentemente dalle variazioni di contrasto e colore. Il software gestisce la completa rotazione dei pezzi e la loro sovrapposizione per personalizzare ogni applicazione. Inoltre, controlla le collisioni durante la presa, impiegando modelli CAD 3D dei pezzi e della pinza di presa come input, e restituisce le possibili posizioni di presa al robot. All’interno della cella robotizzata verrà inoltre integrato il sistema PLOC per la localizzazione in 3D di pezzi su trasporti.

“For developers by developers”: SICK AppSpace

Un’altra grande novità che verrà presentata in occasione di SPS è l’ecosistema AppSpace, composto da AppStudio, un ambiente di sviluppo per la creazione di applicazioni, e da un’ampia gamma di sensori programmabili per l’elaborazione immagini, l’identificazione e la misura. Arricchito con il modulo di runtime della libreria per l’elaborazione di immagini HALCON, da svariati algoritmi sviluppati da SICK e da una vasta scelta di funzioni di base, AppStudio permette l’esecuzione delle applicazioni direttamente sugli hardware predisposti.

Questo prodotto, specificatamente studiato per gli utenti con capacità di sviluppo software, in particolare integratori di sistemi di visione ed OEM, amplifica l’intelligenza dei sensori di ultima generazione perché offre la possibilità di personalizzarli in base alle proprie specifiche esigenze.

Visione 3D

Per poter offrire sistemi completi, SICK ha bisogno di alimentare continuamente il proprio portfolio con soluzioni sempre più avanzate, come ad esempio il TriSpector1000, il primo sensore di visione 3D che si configura in modo semplice e permette di effettuare ispezioni direttamente a bordo della camera, senza necessità di programmazione. Disponibile in tre modelli con campi inquadrati di dimensioni in base all’oggetto da ispezionare, acquisisce le immagini tridimensionali degli oggetti in movimento sulla linea di produzione, sfruttando il principio di triangolazione laser per la cattura dei profili. Date le sue caratteristiche è il sensore ideale per applicazioni di controllo qualità nel settore dei beni di consumo ed imballaggio dove è necessario il conteggio e il posizionamento degli oggetti, la misurazione del volume o dello spessore e la verifica dei livelli di riempimento o della completezza delle confezioni.

Sempre nell’ambito della visione 3D, SICK presenta il nuovo Visionary-T, un sensore che sfrutta l’innovativa tecnologia Snapshot 3D. Sulla base della misurazione del tempo di propagazione della luce, Visionary-T fornisce, per ogni pixel, informazioni di profondità in tempo reale, anche per applicazioni fisse, comunicando i dati grezzi 3D o informazioni già elaborate in funzione delle esigenze applicative. Tool di visualizzazione intuitivi ed efficienti e informazioni 3D affidabili rendono il Visionary-T la soluzione perfetta per l’intralogistica, la robotica e i veicoli industriali.

Ambienti di lavoro sicuri

Scambio di informazioni utili e condivisione sempre più stretta delle aree di lavoro, ma Industry 4.0 significa anche e soprattutto sicurezza, garantita dal servizio SICK SafetyPLUS®, un servizio che affianca i clienti dell’azienda sia in fase di progettazione sia nei casi in cui si debbano integrare soluzioni di sicurezza certificate in impianti già sviluppati e in uso. Dopo una puntuale valutazione dei rischi delle macchine, SICK sviluppa le soluzioni necessarie per la riduzione del rischio e redige un documento che include i riferimenti al quadro normativo per la conformità ai requisiti di sicurezza, la descrizione funzionale della sicurezza, il layout con il posizionamento degli equipaggiamenti relativi alla sicurezza e il dimensionamento delle protezioni.

 
Torna su