Contatto
Feedback

La storia di SICK

In abbinamento a un'ottica di precisione e a un'elettronica intelligente, la luce è in grado di assolvere a svariate funzioni. Questo potenziale era ben noto al Dr. Ing. Erwin Sick, ancora prima di fondare la propria azienda nel 1946. Nei decenni successivi, l'impresa crebbe fino a diventare un fornitore globale di sensori intelligenti e soluzioni per l'automazione industriale.

    • 1950
      In abbinamento a un'ottica di precisione e a un'elettronica intelligente, la luce è in grado di assolvere a svariate funzioni. Questo potenziale era ben noto al Dr. Ing. Erwin Sick, ancora prima di fondare la propria azienda nel 1946. Nei decenni successivi, l'impresa crebbe fino a diventare un fornitore globale di sensori intelligenti e soluzioni per l'automazione industriale.
    • 1951

      Primo scanner NT1 a distanza ravvicinata:

      • per il controllo dei marchi stampati nell'industria del packaging
      • Prima barriera fotoelettrica per la prevenzione degli incidenti sulle macchine di produzione
       
    • 1952

      Barriera fotoelettrica di sicurezza con specchio concavo, senza ruota a specchio.

    • 1956

      Primo sistema di misura ottico delle particelle sospese con principio di autocollimazione

    • 1959

      Primo contatore ottico veloce con display per il rilevamento rapido di piccoli oggetti.

    • 1960

      Primo dispositivo per il monitoraggio di bobine molto sottili (principio di autocollimazione)

    • 1962

      Primo scanner ottico per la regolazione dei livelli di riempimento.

    • 1964

      Primo dispositivo di controllo della curva per guidare una fresatrice in base a un diagramma di progetto – predecessore della moderna fresatrice a controllo numerico.

    • 1967

       Primo lettore di codici a barre per utilizzo nell'industria farmaceutica.

    • 1970

      Primo scanner per il rilevamento di oggetti luminescenti.

    • 1973

      Cavo in fibra ottica per la rilevazione di piccoli oggetti in condizioni di spazio limitato.

    • 1975

      Introduzione del diodo semiconduttore per il raggio trasmettitore nei sensori fotoelettrici e di prossimità.

      Prima barriera di sicurezza per il controllo di cappe protettive su presse eccentriche.

      Primo lettore di codici a colori per il rilevamento di codici circolari colorati su fiale.

       

    • 1976

      Primo area scanner con forma a V, fascio rotante e speciale riflettore con categoria di sicurezza 2, per la protezione di aree pericolose.

    • 1978

      Primo sistema di analisi gas in-situ per diossido di zolfo e ossidi di azoto (correlatore di filtraggio).

      Prima fotocellula per il rilevamento della posizione di un riflettore tramite elemento ricevente quadruplo.
    • 1982

      Primo dispositivo per la misura del volume basato sul processo time-of-flight a ultrasuoni.

    • 1983

      Misuratore di monossido di carbonio per il monitoraggio delle emissioni in tunnel stradali.

      Primo utilizzo di caratteri su codice stampato, digitalizzati tramite un laser scanner.
    • 1986

      Primo spettrometro a serie di diodi in-situ per ossido di zolfo, ossidi di azoto, ammoniaca.

    • 1989

      Primo sensore di distanza a luce laser basato sul tempo di propagazione di un impulso luce.

    • 1991

      Primo uso degli area scanner per la sicurezza negli edifici (ad es. ingresso e uscita in/da serrande).

    • 1993

      Primo area scanner tastante per la sicurezza di punti pericolosi con categoria di sicurezza 3.

    • 1995

      Primo sensore di colori.

    • 1996

      Primo dispositivo con tecnologia time-of-flight per il posizionamento su scaffali in magazzini automatici per grandi altezze.

      Prima fotocellula con soppressore di sfondo.

      Primo sensore miniaturizzato con soppressore di sfondo.

      Prima applicazione di un laser scanner per la misurazione del volume.

      Primo scanner per la rilevazione di oggetti luminescenti nella tecnica di automazione con LED UV.

    • 1997

      Il sistema modulare SICK con avanzata tecnologia di riconoscimento (SMART) consente di identificare anche codici a barre danneggiati.

      Primo scanner di contrasto con teach-in dinamico ed elevata frequenza di commutazione.
       
    • 1998

      Primo sensore fotoelettrico energetico immune alle fonti di luce ambientale.

    • 1999

      Primo sensore fotoelettrico con rilevamento di sezioni di luce di una linea laser su un campo di 32 x 32 pixel per determinare la forma e la posizione degli oggetti.

      Primo sensore economico con tecnologia a tempo di volo.

      Primo sensore con custodia rivestita per l'industria elettronica e di processo.

      Primo lettore di codici a barre con autofocus basato su tecnologia del tempo di volo.

      Il più piccolo sensore magnetico rivestito.

    • 2000

      Sensore per cilindri miniaturizzato

      Sistemi bus di sicurezza.

    • 2001

      Lettore di codici 2D ad alta velocità. 

      Sensore di visione con teach-in.

    • 2002

      Laser scanner a tasteggio con esclusione dinamica di zone per FTS.

    • 2003

      Nuova generazione di sensori: array sensor con misurazione a risoluzione spaziale e temporale dell'oggetto da rilevare e soprattutto dei fattori ambientali.

    • 2004

      Sensori con telecamera 3D.

    • 2004

      Primo sistema ad elevata classe di sicurezza con telecamera per presse.

    • 2005

      IO-Link: comunicazione costante grazie all'innovativa interfaccia sensore/attuatore.

      Primo sistema RFID: identificazione senza contatto visivo tra il lettore e l'oggetto da identificare.

    • 2006

      S300: il laser scanner di sicurezza più piccolo al mondo.

    • 2007

      Sensore CCD high-end con luce integrata

    • 2009

      Navigazione basata su punti di riferimento ambiente.

    • 2010

      Color Ranger E: in assoluto, prima telecamera 3D ad alta velocità con elaborazione colori altamente prestazionale.

    • 2011

      EKS/EKM36: nuovo sistema di feedback motore con interfaccia digitale HIPERFACE-DSL

      MERCEM300Z: innovativo analizzatore al mercurio con estrema sensibilità

    • 2012

       GHG-Control: il primo sistema per misurare anziché calcolare i gas serra

    • 2013

      Flexi Loop: concetto di integrazione decentralizzata sviluppato da SICK che consente di ridurre i costi grazie alla possibilità di collegare in sicurezza sensori e interruttori in cascata nei pressi di una macchina.

    • 1950
    • 1951
    • 1952
    • 1956
    • 1959
    • 1960
    • 1962
    • 1964
    • 1967
    • 1970
    • 1973
    • 1975
    • 1976
    • 1978
    • 1982
    • 1983
    • 1986
    • 1989
    • 1991
    • 1993
    • 1995
    • 1996
    • 1997
    • 1998
    • 1999
    • 2000
    • 2001
    • 2002
    • 2003
    • 2004
    • 2004
    • 2005
    • 2006
    • 2007
    • 2009
    • 2010
    • 2011
    • 2012
    • 2013
  • 1946

    Nascita di SICK AG:
    Erwin Sick riceve a Monaco, dal governo militare americano, la licenza per aprire il suo studio di ingegneria.

    1952
    Presentazione della prima barriera fotoelettrica di sicurezza commercializzabile in occasione della fiera internazionale delle macchine utensili ad Hannover. Il volume di ordini conseguenti comporta l'inizio della produzione in serie e costituisce la vera e propria svolta economica.
     
    1956
    L'azienda, con i suoi 25 dipendenti, viene trasferita a Waldkirch.
     
    1972
    Nasce in Francia la prima filiale
     
    1975
    Inizia l'espansione oltreoceano con la prima filiale negli USA

    1988
    Erwin Sick muore all'età di 79 anni. Sua moglie Gisela Sick assume il controllo dell'azienda
     
    1996
    Conversione della Erwin Sick GmbH in una società per azioni
     
    1999
    Prima distribuzione delle azioni ai dipendenti a livello nazionale ed internazionale
     
    2006
    SICK celebra il 60° anniversario dalla sua fondazione.
     
    2016
    SICK vanta una presenza globale, con circa 50 filiali nel mondo e numerose rappresentanze e agenzie di vendita. Il Gruppo SICK impiega attualmente più di 8.000 persone in tutto il mondo e ha raggiunto nel 2016 un fatturato di 1.361,2 m di Euro.
  • 1909

    Il 3 novembre nasce ad Heilbronn Erwin Sick, figlio di un macchinista ferroviario.
     
    1924 - 1928
    Studia ottica e lavora come operaio
     
    1932
    Inizia la sua carriera di aritmetico ottico alla Siemens & Halske con sede a Berlino. Dopo 6 mesi il dipartimento di aritmetica viene chiuso. Erwin Sick viene trasferito in laboratorio come ricercatore e aritmetico, nell'area delle pellicole a colori.
     
    1934 - 1939
    Impiegato inizialmente come progettista, poi come ingegnere in Siemens, Bosch e Askania, lavora a progetti di sviluppo su pellicole a colori e dispositivi cinematografici e astronomici
     
    1939 - 1945
    Diventa responsabile di laboratorio alla A.C. Steinheil & Söhne di Monaco
     
    1944
    Sposa Gisela Neumann.
     

    1945

    Inizia a lavorare in proprio: in una modesta abitazione a Vaterstetten vicino a Monaco, dove Erwin Sick vive insieme alla moglie, comincia a focalizzare tutta la sua attenzione sullo sviluppo tecnologico di dispositivi opto-elettronici. Erwin Sick mantiene la famiglia con i ricavi percepiti dalla costruzione e vendita di apparecchi radiofonici da lui stesso costruiti.
     
    1946
    Il 26 settembre fonda quella che diventerà SICK AG: totalmente estraneo alle questioni politiche Erwin Sick riceve il permesso dal governo militare americano per avviare la sua "attività di ingegneria".
     
    1949
    Riceve i primi ordini ad "Achema", evento fieristico tenutosi in quell'anno a Francoforte dopo molti anni di interruzione. Achema era una "fiera per strumentazione chimica" organizzata dai fornitori dell'industria chimica
     

    1951

    In occasione della fiera "Inventori tedeschi e nuovi sviluppi tecnologici" tenutasi a Monaco in luglio, Sick presenta il primo modello di barriera fotoelettrica in legno mai realizzato e riceve un riconoscimento per "l'eccezionale capacità inventiva". La registrazione del brevetto di Erwin Sick per l'invenzione della barriera fotoelettrica di sicurezza basata sul principio di autocollimazione in data 20 ottobre rappresenta la conquista tecnologica che apre la strada a tutti i progetti futuri e diventa la base per lo sviluppo di tutta la gamma di dispositivi.
     

    1952

    Alla "Seconda fiera internazionale delle macchine utensili" di Hannover, Sick presenta la prima barriera fotoelettrica di sicurezza commercializzabile. Gli ordini successivi danno il via alla prima produzione in serie e ai primi successi economici.

    1954

    Erwin Sick cerca invano di ottenere un prestito dallo Stato della Baviera per poter costruire una nuova sede aziendale. Quando il Baden-Württemberg glielo concede, trasferisce l'azienda da Monaco a Oberkich.
     

    1956

    Trasferimento dell'azienda, con i suoi 25 dipendenti, da Oberkirch a Waldkirch nell'edificio della August Faller KG, An der Allee 7-9. 
    In ottobre, Sick ottiene il brevetto per un nuovo tipo di sensore fotoelettrico a riflettore, che diventerà il prodotto più venduto nella storia dell'azienda.
     
    1960
    Fondazione a Monaco dell'Istituto per l'Automazione, dedicato allo sviluppo di dispositivi opto-elettronici per l'industria. La scelta della capitale della Baviera come sede è dettata dalla scarsità di ingegneri qualificati a Waldkirch.
     

    1971

    Il 26 novembre, in occasione del 25° anniversario dalla fondazione dell'azienda, Erwin Sick riceve dal Ministro della Giustizia Rudolf Schieler la Croce al merito della Repubblica Federale Tedesca di Prima Classe. 
     

    1976/77

    Costruzione di un nuovo edificio in Sebastian-Kneipp-Strasse. La sede di An der Allee 7 – 9 viene restituita alla città.
     
    1977
    Trasferimento nella nuova sede in Sebastian-Kneipp-Strasse, attualmente quartier generale dell'azienda.

    1980

    Il 19 novembre la Facoltà di Meccanica dell'Università Tecnica di Monaco conferisce a Erwin Sick la laurea honoris causa in Ingegneria, come riconoscimento del suo contributo "allo sviluppo scientifico e concettuale di dispositivi ottici con analisi elettronica dei segnali".
     

    1982

    Il 2 dicembre Erwin Sick riceve la Medaglia d'oro Diesel per le sue "numerose invenzioni nel campo opto-elettronico".

    1988

    Il 3 dicembre, all'età di 79 anni, Erwin Sick muore in seguito a un attacco di cardiaco
     
70 YEARS OF INNOVATION IN 612 SECONDS
Torna su