Contatto
Feedback

Monitoraggio emissioni

Per tutela ambientale sostenibile

La tutela ambientale richiede un rilevamento accurato di emissioni di polvere e di particelle. Infatti le particelle di polvere producono effetti considerevoli sull’uomo e sulla natura. In qualità di produttore leader di polverimetri innovativi, SICK fornisce il suo prezioso contributo alla tutela ambientale.

più

Misurazione luce diffusa

Rilevamento affidabile delle concentrazioni di polvere

Questo principio di misura si basa sulla diffusione della luce di particelle di polvere e consente di misurare persino concentrazioni di polvere molto ridotte.

più

Tecnica di misurazione della trasmissione

Consente di mantenere una visione d’insieme anche in caso di concentrazioni di polvere elevate

Polverimetri a trasmissione irradiano completamente i canali attraversati dal gas. La misurazione si basa in questo caso sullo smorzamento della luce come misura della concentrazione di polvere nel canale di gas.

più

Polverimetri di SICK

Tecnica di misurazione eccezionale per le vostre applicazioni

Nel settore della misurazione della polvere, SICK dà prova di tutta la sua forza grazie alla sua gamma di prodotti completa, a tecniche di misurazione collaudate e a un’esperienza decennale maturata attraverso migliaia di installazioni di polverimetri presso i clienti.

più
Monitoraggio emissioni
Misurazione luce diffusa
Tecnica di misurazione della trasmissione
Polverimetri di SICK

Le nostre soluzioni

Qui si possono trovare i prodotti o le famiglie di prodotti adatti

Filtrare secondo:

10 risultato/i:

Risultato 1 - 8 di 10

Affidabile misurazione delle polveri in gas umidi
  • Per concentrazioni di polvere da molto piccole a medie
  • Prelievo e reimmissione del gas combinate in una sonda
  • Controllo dello sporco
  • Controllo automatico del punto di riferimento e del punto zero
  • Semplice parametrizzazione e comando facile - opzionale tramite display in remoto supplementare
  • Controllo del sistema integrato per il riconoscimento anticipato della necessità di manutenzione
Confrontare adesso
Selezionare
Misurazione intelligente. Riduzione dei costi.
  • Dispositivo di misura autonomo — con o senza unità di controllo MCU
  • Monitoraggio automatico del punto di riferimento e del punto zero
  • Unità di purificazione aria integrata come opzione
  • Installazione da un lato del canale
  • Struttura robusta e compatta
  • Nessun componente mobile nel canale
Confrontare adesso
Selezionare
La versione a sonde con misura della diffusione della luce in avanti
  • Installazione da un lato
  • Per quantità di polvere da minime a medie
  • Controllo automatico del punto zero e del punto di riferimento
  • Controllo dell’imbrattamento
  • Sonda Hastelloy disponibile per gas corrosivi
  • Per diametri del condotto da piccoli a medi
  • Versione del dispositivo per zona Ex 2/22 o 1/21
Confrontare adesso
Selezionare
Il misuratore di trasmissione idoneo per il monitoraggio delle emissioni
  • Per concentrazioni di polvere da medie a elevate
  • Controllo dello sporco integrato
  • Controllo automatico del punto di riferimento e del punto zero
  • Per tratti di misura da piccoli a grandi
Confrontare adesso
Selezionare
Il misuratore di trasmissione idoneo con orientazione autonoma
  • Controllo dello sporco integrato per l'unità di emissione, di ricezione e di riflessione
  • Orientazione autonoma automatica dei gruppi ottici di costruzione
  • Controllo automatico del punto di riferimento e del punto zero
  • Per concentrazioni di polvere da medie a elevate
  • Per tratti di misura da piccoli a grandi
Confrontare adesso
Selezionare
Misura continua di concentrazioni di polvere piccole e medie
  • Per concentrazioni di polvere da piccole a medie
  • Installazione semplice da un lato
  • Controllo automatico del punto di riferimento e del punto zero
  • Per diametri canale da medi a grandi
Confrontare adesso
Selezionare
Il dispositivo idoneo di misura della polvere con misura della retrodiffusione della luce
  • Per concentrazioni di polvere da molto piccole a medie
  • Installazione da un lato
  • Controllo dello sporco
  • Controllo automatico del punto di riferimento e del punto zero
  • Compensazione automatica dell'irradiazione dello sfondo, perciò non è necessario un assorbitore di luce.
  • Per diametri canale da medi a grandi
Confrontare adesso
Selezionare

Il dispositivo di misura della polvere con misura della retrodiffusione della luce

  • Per concentrazioni di polvere da piccole a medie
  • Installazione da un lato
  • Controllo automatico del punto di riferimento e del punto zero
  • Compensazione automatica dell'irradiazione dello sfondo, perciò non è necessario un assorbitore di luce
  • Per diametri canale da medi a grandi
Confrontare adesso
Selezionare

Risultato 1 - 8 di 10

In breve

Monitoraggio di particelle in emissioni e aria ambiente

La tutela ambientale sostenibile richiede rilevamento e misurazione accurata di emissioni di polvere e di particelle. Infatti le particelle di polvere, in particolare derivanti da impianti industriali, producono effetti considerevoli su uomo e natura. Anche il monitoraggio di particelle nell’aria ambiente sta assumendo un’importanza sempre maggiore. Con la gamma completa di prodotti per campi di misura e diametri di canale di gas da piccoli a grandi, SICK offre le soluzioni adatte anche per measuring task difficili, come misurazione di polvere in gas umidi. Naturalmente sono disponibili anche dispositivi omologati e con controllo automatico del punto zero e del punto di riferimento. In alcuni dispositivi, caratteristiche selezionabili in modo opzionale come controllo dell’imbrattamento o autoallineamento automatico, integrano le caratteristiche eccezionali dei polverimetri di SICK.

Misurazione di polveri

Caratteristiche delle particelle Polvere è un termine collettivo per particelle o particelle fibriformi. La composizione della polvere può essere relativamente uniforme come la polvere di carbone o molto eterogenea come la polvere domestica. Si tratta di una miscela di sostanze diverse: lembi di pelle, peli, fibre, pelucchi, grani di roccia e molto altro ancora. La particelle di polvere sono pertanto molto diverse tra loro in termini di grandezza, forma, colore, materiale, densità e caratteristiche specifiche, come abrasività o adesività.
Influsso delle caratteristiche delle particelle sulla misurazione

Per una misurazione affidabile e precisa di concentrazioni di polvere e particelle, è necessario considerare svariate condizioni quadro, ad es. un punto di misurazione adatto. Questo è importante per ottenere risultati rappresentativi. Occorre osservare anche velocità di gas e rapporti di flusso. Nell’ambito della scelta del principio di misura adatto, rivestono un ruolo importante le caratteristiche delle particelle, le loro concentrazioni nonché l’umidità del gas. E infine è necessario osservare le condizioni di processo e ambientali: il mezzo di misurazione è corrosivo? A quali temperature avviene la misurazione? Quali particelle predominano nel processo? Questi e altri criteri richiedono un’esperienza pluriennale nella scelta della tecnica di misura corretta.

Luce diffusa e trasmissione

In funzione delle condizioni quadro, per il rilevamento di concentrazioni di polvere risulta più adatta la misurazione luce diffusa o della trasmissione. Per quanto riguarda il principio di misurazione della trasmissione, la misurazione avviene tramite lo smorzamento di un raggio mediante l’assorbimento della luce da parte delle particelle (1). Per quanto riguarda il principio di misurazione luce diffusa sono disponibili due possibilità: con la retrodiffusione, viene misurata la luce (2) riflessa dalle particelle. Con la diffusione in avanti, il raggio, diffuso mediante rifrazione (3) o diffrazione (4) in avanti (5) della luce irradiata, rappresenta i componenti misurati. Con i suoi polverimetri, SICK offre tutti questi principi di misura per poter soddisfare requisiti diversi in funzione del measuring task.

SICK ha la soluzione giusta per la tua misurazione di polvere

Misurazione luce diffusa

La scelta giusta nel caso concentrazioni di polvere ridotte: tecnica di misurazione luce diffusa di SICK

Nella misurazione luce diffusa, la luce irradiata dalle particelle viene diffusa nella miscela di gas e rilevata da ricevitori sensibili. Data la sensibilità elevata, il principio luce diffusa è particolarmente adatto per basse concentrazioni di polvere, anche inferiori a 1 mg/m³. In funzione dei requisiti specifici dell’impianto e delle caratteristiche delle particelle si utilizza la diffusione in avanti o la retrodiffusione. Entrambi i principi di misura forniscono risultati della misurazione stabili e riproducibili e sono indipendenti da velocità del gas, umidità o carica delle particelle di polvere. In qualità di produttore leader di polverimetri, SICK fornisce sia misuratori con retrodiffusione che anche con diffusione in avanti.
Diffusione della luce su particelle

Un emettitore irradia luce nel canale di misura, che viene diffusa dalle particelle nella miscela di gas e rilevata da un ricevitore sensibile. L’area in cui il raggio emesso e il campo visivo del ricevitore si intersecano, definisce il volume di misura nel canale di gas. L’intensità della luce diffusa misurata è proporzionale alla concentrazione di polvere e indipendente dalla distanza di misurazione. L’intensità della luce diffusa non dipende però solo dal numero e dalla grandezza delle particelle, ma anche dalle loro caratteristiche ottiche. Per una misurazione esatta della concentrazione di polvere è pertanto necessario tarare il sistema di misurazione.

Vantaggi della diffusione in avanti e della retrodiffusione

Per quanto riguarda il principio di misura della retrodiffusione, la luce viene irradiata nel canale di misura e viene misurato il raggio riflesso dalle particelle. È adatto per canali di gas di dimensione consistente e fornisce, anche nel caso di distribuzioni di polvere disomogenee, risultati della misurazione rappresentativi. Una soppressione di sfondo elimina la fastidiosa luce diffusa proveniente da altre fonti.

Nella diffusione in avanti, il polverimetro misura la diffusione della luce sulla particelle nella direzione di propagazione del raggio della misurazione. La misurazione avviene nella fessura di una testina di misura nel canale di gas. Grazie al volume di misura più ridotto, questo principio di misura è adatto anche per diametri del canale di gas inferiori a 0,5 m.

Entrambi i procedimenti sono adatti per concentrazioni di polvere da ridotte a molto ridotte. Ulteriore vantaggio: i dispositivi devono essere montati solo su un lato del canale di gas.

Misurazione in gas umidi Per la misurazione accurata della polvere in gas umidi, le particelle contenute nel gas devono essere asciugate, in quanto l’acqua che aderisce alle particelle altera la misurazione. Tramite una sonda di campionamento, il dispositivo preleva parte della corrente di gas dal canale corrispondente. Pertanto la misurazione nel canale di gas è indipendente dalla velocità del gas. Innanzitutto un termociclone asciuga le particelle contenute nel gas. Poi viene misurata la concentrazione della polvere. Qui si utilizza la diffusione in avanti, in quanto è necessario un volume di misurazione ridotto. Il trasporto della corrente parziale di gas avviene senza parti mobili sull’eiettore. La misurazione richiede pertanto davvero poca manutenzione. Nelle soluzioni saline nel gas, come ad es. nell’industria dei fertilizzanti, un lavaggio di ritorno opzionale riduce anche lo sforzo di manutenzione.

Misurazione a trasmissione

Misurazione affidabile nel caso di concentrazioni di polvere elevate e mezzi disomogenei: tecnica di misurazione della trasmissione di SICK

La tecnica di misurazione a trasmissione rileva lo smorzamento della luce attraverso particelle di polvere. I polverimetri a trasmissione sono adatti per concentrazioni di polvere da medie a elevate e diametri di canale di gas di grande dimensione. I campi di applicazione sono il monitoraggio di emissioni e gas di processo, nonché il monitoraggio dell’aria ambiente. I misuratori effettuano misurazioni sull’intero diametro di canale di gas, in modo che le disomogeneità nella distribuzione delle particelle vengano in parte compensate. Si ottiene un risultato della misurazione molto rappresentativo. I dispositivi non sporgono nel canale di gas e quindi non hanno nessun contatto diretto con gas di processo aggressivi. Una correzione opzionale compensa il lento imbrattamento delle interfacce ottiche. I risultati della misurazione possono essere emessi sotto forma di concentrazione di polvere o di trasmissione, estinzione ed opacità.

Principio di misura trasmissione

La misurazione a trasmissione diffonde la luce attraverso la miscela di gas e particelle, la cui intensità viene smorzata dale particelle. Quante più particelle sono presenti nel raggio, tanto maggiore è lo smorzamento della luce. Il misuratore confronta l’intensità della luce smorzata ricevuta con quella della luce emessa non smorzata. Sulla base di ciò, il dispositivo calcola sia la trasmissione che l’estinzione. L’estinzione è proporzionale alla concentrazione di polvere. Per quanto riguarda i misuratori a trasmissione di SICK, la luce dell’emettitore viene riflessa da un riflettore opposto su un ricevitore altamente sensibile. In tal modo la distanza di misurazione e la sensibilità del misuratore raddoppiano.

Influsso delle caratteristiche delle particelle

Rispetto alla misurazione luce diffusa, le caratteristiche delle particelle influiscono poco sulla misurazione a trasmissione. La granulometria ha però un influsso considerevole. Pertanto questa misurazione richiede una taratura per poter fornire risultati esatti. La soluzione cross-duct, utilizzata per la misurazione a trasmissione di SICK, compensa i problemi dovuta alla distribuzione di particelle disomogenee nel canale di gas, in quanto il raggio di misurazione attraversa trasversalmente l’intero canale di gas. Per quanto riguarda la progettazione dei suoi misuratori, SICK si avvale delle sue ampie conoscenze applicative e della sua pluriennale esperienza.

Diametro del canale di gas

SICK propone una tecnica di misurazione per tutti i diametri di canali di gas d’uso più comune: dai canali di gas piccoli con diametro da 0,5 m fino ai canali di gas grandi con diametro da 50 m. Proprio nel caso di canali di gas grandi, la pressione laterale del vento o differenze di temperatura provocano facilmente una deformazione del canale di gas. Per evitare le oscillazioni così prodotte dell’asse ottico del dispositivo, la funzione opzionale del dispositivo “auto-allineamento automatico” monitora l’allineamento tra i moduli ottici e corregge una migrazione del raggio di misura. Per i materiali di canale di gas e gli spessori di parete più disparati, sono disponibili apposite flange di montaggio come accessori.

Polverimetri di SICK

Soluzioni ideali per il vostro measuring task

Per la realizzazione con successo di un measuring task, oltre alla scelta della migliore tecnica di misura disponibile, è necessario considerare un’intera gamma di influssi e requisiti. Quanto più precisi e dettagliati sono noti e definiti i requisiti, tanto più sicura ed economica sarà la realizzazione del measuring task. Questo vale per l’intera durata di servizio e non solo per quanto concerne l’acquisto della tecnica di misura. SICK dà prova dei suoi punti di forza attraverso la gamma di prodotti completa, alle tecniche di misura collaudate e a un’esperienza decennale maturata grazie a migliaia di installazioni di polverimetri.

Diametro del canale di gas Il diametro del canale di gas in cui viene effettuata la misurazione è un criterio importante per la scelta dei misuratori corretti. Canali di gas da grandi a molto grandi richiedono misuratori che misurino in un volume spaziale più ampio, per poter ottenere una misurazione rappresentativa. A tal fine sono idonei ad es. i dispositivi della famiglia di prodotti DUSTHUNTER SB o, nel caso di concentrazioni di polvere molto elevate, versioni cross-duct della famiglia di prodotti DUSTHUNTER T. Nel caso di piccoli diametri di canale di gas è sufficiente un volume di misura limitato. A tale scopo sono adatti dispositivi con testina di misura di tipo DUSTHUNTER SP.
Temperatura di processo Se le temperature sono piuttosto elevate, occorrono misuratori che non sporgano nel canale di gas, quindi le versioni DUSTHUNTER SB con retrodiffusione o i misuratori a trasmissione della famiglia di prodotti DUSTHUNTER T. Per le basse temperature sono idonee le versioni con testina di misura DUSTHUNTER SP. Se nel canale di gas non viene raggiunto il punto di rugiada, il polverimetro a misurazione estrattiva FWE200DH rappresenta la giusta soluzione.
Fluido di misura Nel caso di fluidi di misura aggressivi, sono particolarmente adatti i misuratori luce diffusa della famiglia di prodotti DUSTHUNTER SB o i misuratori Cross-Duct della famiglia di prodotti DUSTHUNTER T. I DUSTHUNTER T sono anche ideali per fluidi di misura disomogenei, in quanto effettuano misurazioni in un volume relativamente elevato, fornendo pertanto risultati rappresentativi. Per i gas umidi si utilizza FWE200DH con misurazione estrattiva e, nel caso di fluidi di misura non problematici, le versioni con testina di misura: DUSTHUNTER SP100 o DUSTHUNTER SP30.
Concentrazione della polvere Per la misurazione di basse concentrazioni di polvere fino a circa 200 mg/m³, sono perfetti i polverimetri a luce diffusa delle famiglie di prodotti DUSTHUNTER SB e DUSTHUNTER SP. In caso di concentrazioni fino a circa 10.000 mg/m³, i misuratori a trasmissione DUSTHUNTER T rappresentano la scelta giusta. Se la concentrazione di polvere varia tra valori bassi e alti, ad es. nel caso di carburanti diversi, si utilizza DUSTHUNTER C200. Coniuga misurazione a trasmissione e luce diffusa in un unico dispositivo.
Funzioni di controllo Tutti i polverimetri di SICK sono dispongono di serie di un controllo automatico del punto zero e del punto di riferimento (ciclo di controllo), come richiesto ad es. da EN 14181. Nei dispositivi a partire dalla fascia di prezzo media, è integrato un controllo dell’imbrattamento per il monitoraggio delle interfacce ottiche. I dispositivi con retrodiffusione DUSTHUNTER SB50 e DUSTHUNTER SB100 sono anche dotati di una soppressione di sfondo automatica. I polverimetri a trasmissione DUSTHUNTER T100 e DUSTHUNTER T200 spiccano invece per l’autoallineamento integrato degli elementi ottici.
Omologazioni

La polvere nell’aria è una sostanza inquinante. Pertanto gli operatori devono ridurre le emissioni di polvere degli impianti che la emettono: per un futuro più pulito. In molti Paesi, il monitoraggio delle emissioni di polveri di tali impianti è disciplinato per legge e richiede una tecnica di misura corrispondentemente autorizzata. SICK fornisce pertanto polverimetri omologati in conformità alle norme e disposizioni più diffuse, come ad es. EN 15267, EN 15859, MCERTS nonché norme a quelle dell’agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente e alla russa GOST.

Per l’impiego in zone con pericolo di esplosione sono disponibili versioni omologate Ex conformemente a 2014/34 / EU (ATEX).

SICK propone la tecnica di misura adatta per qualsiasi esigenza.

Download

Torna su